Si è appena conclusa la prima Lync Conference a San Diego (California) alla quale ho contribuito con un piccolo speech all’interno della sessione “Show & Tell: Delivering Robust Telephony Solutions” della track Apps mostrando le novità del nostro prodotto UC3.

Inizio con un commento sulle sensazioni e sull’atmosfera: sicuramente un’ottima conferenza, circa 1000 persone tra partecipanti, speaker, Microsoft e sponsor staff, provenienti da tutto il mondo (40 nazioni) con una predominanza, come sempre, dal paese ospitante (US). Apparentemente nessun altro partecipante italiano oltre a me (io quantomeno non ho incontrato nessuno!). La conferenza ha fatto “sold-out” con un mese di anticipo a dimostrazione dell’alta attenzione sul tema Lync e Unified Communications, ed è stata importante e viva la presenza degli sponsor (43), sia nelle breakout session che nei booth dell’expo.

La keynote è stata tenuta da Tony Bates, presidente della Skype Division in Microsoft, di fatto il gruppo responsabile delle tecnologie di real time communications all’interno del quale c’è anche Lync. Mi sono piaciute alcune cose in particolare:

  • il richiamo alla vision di Bill Gates (2007), posta a fondamento del mondo Unified Communications in Microsoft, ed al ruolo rivoluzionario per tutti delle tecnologie UC (UC è “Transformational”, come dicono gli americani)
  • la riconferma dell’approccio people-centric: UC pensata per le persone, non come tecnica da specialisti o per dispositivi, telefoni, apparati, reti, … e per tutti i prodotti sia business (Lync) che consumer (Skype)
  • la copertura a tutto tondo della vita delle persone, sia consumer/privata che business-oriented, con l’integrazione delle tecnologie e del team di Skype con il mondo di Lync
  • la forza del software: solo con endpoint “intelligenti” e software based (PC, Tablet, SmartPhone, …) si esprime appieno la facilità e la potenza del nuovo modo di comunicare

I contenuti sono stati ottimi, l’agenda e la qualità tecnica degli speaker è stata curata personalmente da Jamie Stark (Conference content owner), una “mano” che personalmente ho notato ed apprezzato. Parlando con Jamie a fine conferenza mi ha anticipato che, da una prima analisi dei feedback, c’è stata la conferma dell’alto interesse verso le sessioni sulla fonia (Enterprise Voice) che si dimostra, al di là delle nuove funzionalità 2013, uno dei temi più caldi su cui si sta orientando l’attenzione dei clienti e dei partner. Nel colloquio avuto insieme, Jamie, “a Voice man” come si è auto-definito :-), si è mostrato particolarmente soddisfatto di questo, ed anche a noi, che siamo stati tra i primi in Italia ad utilizzare e a fare progetti voce sin dal 2008, fa naturalmente molto piacere.

Tra le novità più attese c’era l’integrazione Lync-Skype. Nalla sessione “Lync & Skype: Combining Consumer Reach with Enterprise Controls” sono state effettuate demo dell’integrazione audio, ma la disponibilità per tutti sarà data solo nei prossimi mesi. Al momento l’integrazione viene abilitata solo per chi ha associato un Microsoft ID all’account Skype, ed utilizzando come indirizzo SIP il Microsoft ID, in sostanza in modo analogo a quanto già avviene con l’integrazione Live Messenger. Ritengo che questo rappresenti una limitazione per la diffusione e l’utilizzo di questa funzionalità da parte degli utenti Lync, ed ho chiesto a Blake Shepard di semplificare e rivedere questo approccio, ad esempio generando in automatico un indirizzo SIP a partire dallo Skype name, l’unico vero identificativo utilizzato dasgli utenti Skype…speriamo lo facciano!

Altra novità importante sono le nuove Lync App ed il supporto di Voce, Video e Conferencing sui mobile device (SmartPhone, Tablet, …) di cui Derek Burney, Corporate Vice President Microsoft Lync Engineering, ha dato la prima dimostrazione ufficiale (per Windows 8, Windows Phone 8, Android, iPhone, iPad). Questa nuova funzionalità, anch’essa in fase di finalizzazione, consentirà di avere una postazione UC completamente operativa su qualunque device ed in ogni luogo, consentendo anche alle persone che si spostano all’interno dell’azienda usando WiFi, oppure in viaggio o all’esterno usando Internet o connessioni 3G/4G, di essere sempre raggiungibili al proprio interno telefonico aziendale attestato sul dispositivo mobile e comunicare con i colleghi come se fossero in ufficio: un deciso passo avanti!

Tornando alla keynote, Tony Bates ha condiviso la roadmap degli sviluppi per i prossimi 18 mesi che prevede un costante rilascio di novità.

Da sottolineare, cosa che ha fatto Jamie Stark nella sua sessione sull’interoperabilità, la volontà di Microsoft di implementare software per tutti i device e di voler interoperare con tutti i principali sistemi di Video Conference oggi presenti nelle aziende, anche quelli della “concorrenza” (es: Cisco).

Chiudo queste mie note dando appuntamento a tutti il 17-18 aprile a Milano per “l’edizione italiana” della conferenza, la Unified Communications Conference che coprirà le novità di Lync 2013 ed Exchange 2013 con contenuti sia introduttivi, per IT Manager e decision maker, che tecnici per chi dovrà implementare e configurare soluzioni sulle tecnologie Microsoft UC.




Alessandro Appiani
Founder & CTO
Alessandro Appiani

Alessandro Appiani è Founder & CTO di Pulsar IT, l’azienda che ha fondato nel 1995 e che oggi è Microsoft Certified Partner con la competenza Gold Communications. Alessandro è certificato sulle tecnologie Microsoft Servers dal 1995 (MCT, MCITP Windows+Exchange+Lync+Office365, MCTS Sharepoint, MCSE, MCSA) e dal 1996 è consulente e speaker in eventi e conferenze tecniche.



Iscriviti al feed